Il mercato libero nel 2019

Dal prossimo giugno 2019 sarà obbligatorio scegliere un nuovo fornitore di luce e gas, in base a quanto stabilito dalla legge annuale sulla concorrenza e sul mercato 124/2017. A partire da questa data, infatti, si entrerà a tutti gli effetti nel mercato libero dell’energia, che saluterà definitivamente il mercato di maggior tutela, di cui fanno parte ancora molti utenti. Proprio questi ultimi, sono chiamati a passare a un nuovo gestore prima che arrivi l’estate.

La scelta del fornitore di energia elettrica

Passare dal mercato di maggior tutela a quello libero consente agli utenti di poter scegliere l’offerta considerata più vantaggiosa e il gestore di luce o gas che meglio risponde alle proprie esigenze. Inoltre, ogni consumatore può in ogni momento decidere di cambiare contratto, qualora l’offerta non sia più adeguata ai suoi consumi e alle sue aspettative. Se nel mercato a maggior tutela era infatti L’ARERA a proporre un prezzo di riferimento, con il passaggio al libero mercato a partire dal 30 giugno 2019, gli operatori potranno applicare il prezzo che preferiscono e lasciare all’utente la totale libertà nella scelta del fornitore di energia elettrica.

Come comportarsi con la liberalizzazione del mercato dell’energia

Prima di aderire al mercato libero dell’energia, è consigliabile verificare bene le tariffe proposte dai gestori e scegliere quella che più risponde ai propri consumi o esigenze. Una volta individuato il servizio, sarà possibile stipulare il contratto con il fornitore prescelto. Sarà compito di quest’ultimo inoltrare al vecchio gestore la richiesta di recesso e farsi carico di tutte le incombenze per attivare la nuova fornitura. Con la liberalizzazione del mercato dell’energia non è richiesto alcun intervento su contatori e impianti, che potranno tranquillamente restare gli stessi.

L’importanza della consulenza energetica

In questi mesi è fondamentale informarsi e avere un’idea chiara su tutte le tariffe proposte dai vari gestori e su quello che è l’effettivo bisogno energetico. Non sempre, però, si è in grado di interpretare in maniera corretta tutti questi dati, soprattutto quando si gestiscono attività e imprese. In questi casi, è sempre meglio affidarsi alla consulenza energetica di un’agenzia esterna come EnerCom, con il compito di guidare il cliente verso la scelta che più risponde al proprio fabbisogno energetico. EnerCom, infatti, opera da anni nel settore dell’energia, ha una conoscenza approfondita di tutto il mercato di riferimento ed è un partner serio e affidabile per la gestione delle proprie bollette.